Agsp, Premio “InFormazione”: vincono Perugia e Milano

Sono Perugia e Milano le vincitrici della seconda edizione del Premio “InFormazione”, organizzato dall’Associazione Giornalisti Scuola di Perugia e riservato ai praticanti delle Scuole di giornalismo italiane.

Il premio – patrocinato da Ordine nazionale dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti dell’Umbria e Associazione Stampa Umbria – è dedicato alla memoria di Nunzio Bassi, coordinatore didattico per 20 anni della Scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia e scomparso nei mesi scorsi.

Una quarantina gli elaborati in gara, firmati da 47 praticanti iscritti a 7 delle 11 scuole riconosciute dall’Ordine dei giornalisti.

Questi i vincitori:

1° classificato categoria “carta stampata/web” (1500 eur):
EMANUELA PALA (Scuola di giornalismo di Milano – Università Cattolica).
Titolo dell’articolo: “LEMON BROTHERS. IL LICENZIAMENTO FA LA FORZA”.

Motivazione:
Frizzante e agro, proprio come il limone, l’articolo tratta in modo originale il problema della disoccupazione, che di questi tempi colpisce anche i manager. Scrittura fluida e agile, contenuto arricchito con interviste, storie e dati. Di sicura efficacia il titolo.

1° classificato categoria “radio/tv” (1500 eur):
EDOARDO COZZA – LORENZO GRIGHI – MICHELE RAVIART  (Scuola di giornalismo Radiotelevisivo di Perugia).
Titolo del video: “TERNI D’ACCIAIO”.

Motivazione:
Immagini ben girate, molto significative e ben montate descrivono i tanti volti della città di Terni partendo dal tratto distintivo, l’acciaio e allargando l’orizzonte ad aspetti sociali. Racconto armonico, ben modulato, arricchito dal recupero di immagini storiche. Un piccolo, vero reportage su Terni.

Menzione speciale (700 eur):
ANDREA CUMBO – JACOPO ROSSI (Scuola di giornalismo dello IULM di Milano).
Titolo del video: “LEGGERE PIANISSIMO”.

Motivazione:
Racconto per immagini, senza testo, delicato, lieve e commovente; con inquadrature e trovate brillanti. Non è facile parlare di letteratura per immagini ma questo breve reportage ci riesce, senza aggiungere nemmeno una parola, lasciando che sia solo la voce e il volto del protagonista e la musica a condurre il lettore in questa storia originale.

***

Alla cerimonia di premiazione – che si è svolta venerdì 2 maggio a Perugia nell’ambito del Festival internazionale del giornalismo – hanno preso parte Lucilla Bassi, figlia di Nunzio, Dante Ciliani, Presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria, e Marcello Greco, Segretario dell’Associazione giornalisti Scuola di Perugia, che ha tenuto a ringraziare i numerosi partecipanti al Premio e la giuria per l’ottimo lavoro svolto.